26 luglio 2006

Ciccia sui glutei, ovvero il non superamento della prova bikini











BY ANNUCCI

Cari Fioi,
anche quest’anno sarò bocciata all’esame della prova costume.
Dopo tre mesi di faticosa dieta e dopo la perdita dei fatidici tre chiletti mi sto comportando esattamente come tutti gli anni, cioè mi rimetto in forma da febbraio a maggio con ginnastica e sacrifici in cucina e da giugno fino al giorno prima della partenza per il mare mi rimetto a mangiare porcate, riacquistando inevitabilmente i chili persi.
Mi domando se in questo ci sia qualcosa di compulsivo. Ho paura di farmi vedere in forma dal bagnino oppure il caldo mi fa venire un'incredibile voglia di cibo? Teoricamente l'afa dovrebbe far passare la fame ed invece a me fa l'effetto contrario, mi viene un’incontenibile voglia di abboffarmi di gelati, dolci, patatine fritte (quelle in busta), pizze, fritture miste etc. e non c’è forza di volontà che tenga.
Non è l’aria di vacanza perché le ferie sono ancora lontane.
Il mio lavoro non aiuta, difatti passo la giornata in mezzo a campioni di caramelle gommose, marshmallow, cioccolata, zucchero filato e chi più ne ha più ne metta.
Mi sono ridotta a sperare di rimanere sola in ufficio per concedermi una sana orgia di zuccheri. Ne ho poi a pentirmene perché con il caldo soffocante del mio ufficio (non abbiamo l’aria condizionata) l’arsura è devastante.
Diciamo che forse il mio lavoro non aiuta anche perché vivo una lenta agonia con un capo che mi manda in farmacia a comprargli la crema rettale, ma questa è un’altra storia.
Per il momento urgono consigli. Riuscirò a contenermi per le prossime settimane? Riuscirò ad andare in spiaggia con una circonferenza fianchi da sirena e non da balena?
Insomma faccio sto sforzo e in ferie mi sfogo come una novella sposina che dopo aver impalmato l’allocco dice addio alla linea, oppure me ne frego e magno ciò che mi pare, tanto dopo 10 giorni in Puglia tornerò più tonda di una scamorza di Molfetta?
Attendo il vostro responso.

P.s. questo week-end ho fatto di un’anguria di 4kg un budino con cioccolato e pistacchi e potrei rifarlo!!

16 commenti:

lajules ha detto...

Possibile che passare la prova bikini sia difficile come laurearsi in giurisprudenza a Padova? Io quest'anno avevo cominciato abbastanza bene, e prima di esibire le mie grazie in Sardegna avevo perso qualche centimetro grazie alle lunghe scarrozzate per Venezia insieme agli amici di Alec ma soprattutto grazie ad una bella tonsillite. Anche in Sardegna avevo continuato con l'esercizio fisico, tanto da non dare segno alcuno dei 3 porceddi che mi sono fatta fuori in sei giorni.
Tornata a casa in America, mi sono accorta che avrei dovuto vivere la depressione post-luna di miele senza il mio amato corso di Pilates (che e' ricominciato ieri). Ovviamente hamburgers e brunch vari hanno ridisegnato il mio sedere secondo parametri rubensiani.
Il caldo di norma aiuta a mangiare meglio, facendoci prediligere insalate e frutta fresca; ma nella terra della perenne aria condizionata gli istinti sono tutti falsati, e Alec ed io ci ritroviamo a cucinare stufati per cena che neanche a Novembre!
Io ho pubblicato una ricetta per un'insalata internazionale piuttosto sana (vedi commenti al post SAY CHEESE!). Chi ha idee su come salvare le chiappe delle vostre bloggers ci scriva subito!

lajules ha detto...

Dimenticavo: OGGI THEDEADCHEF HA SUPERATO I 500 CONTATTI! GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE CI LEGGONO, CHE CI SCRIVONO, CHE CI AMANO, CHE CI TOLLERANO!

Annina ha detto...

La ricetta per l'insalata internazionale sembra piuttosto appetitosa. Però credo che il problema di Annucci non sia trovare ricette sane e poco caloriche, ma salvarsi dai suoi istinti compulsivi; se non si offende, non ho altri termini per definire il suo impulso ad ingoiare zucchero filato e cioccolata con queste temperature! Forse dobbiamo trovare un mantra per aiutare Annucci, al di là della prova bikini.
p.s. quando si dice che il mondo è vario: una mia collega, già di per se' magra, ha somatizzato lo stress da ufficio perdendo l'appetito in orario di lavoro.

lajules ha detto...

Gli acquisti compulsivi di cibo sono anche un mio problema. L'unica soluzione e' un vecchio mantra di riviste come "Cento Cose Energy": fai la spesa a pancia piena. Non sono sei sillabe ma e' pura verita'.
Ho letto poi che piu' si mangia zucchero piu' lo si desidera. Insomma, se riesci ad entrare in un regime non zuccherino allora sappi che dopo la voglia passera' ( o almeno dimunuira). Su questo non sono molto esperta perche' il mio cuore e' con i cibi salati, ed e' per questo che non riesco a trattenermi con una torta salata ma riesco quasi sempre a dire no al dessert. W La pasqualina!

Psk ha detto...

Care amiche, so bene che non sono la persona più adatta per trattare questo argomento (pena una pioggia di insulti), ma un paio d'anni fa ho avuto la sfortuna di passare un periodo simile a quello di Annucci. Conseguenza: ho inevitabilmente messo sù uno sproposito di chili (sono passato da 63 a 75 nel giro di un anno) complice il cambio di metabolismo. Non ho fatto grossissimi sforzi per rimettermi in forma, se non mangiare un po' meglio e andare in piscina (date il via ai vaffanculo) rimettendomi sul mio peso-forma di 70/72 Kg.
Credo che comunque gli accorgimenti che ho adottato possano essere di aiuto a prescindere: se non resistete agli zuccheri (semplici o complessi, siano essi dolciumi o cibi a base di amido tipo pasta o pane) strafogatevene di mattina e mai dopo le 16:00, cercate di spararvi almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno (se non 2) che velocizza la digestione, aiuta a sciogliere e bruciare e se vi viene una fame boia, ciffatevi una mela o due a qualsiasi ora del giorno o della notte, la digerite presto e toglie il senso di fame in fretta (almeno a me fa questo effetto).
Nonostante ciò, non preoccupatevi troppo di esibire un fondoschiena formoso, perchè a noi uomini piace!
Come dice mia nonna: i ossi no i vol gnanca i cani!

lajules ha detto...

Caro Psk, come al solito tua nonna ha un proverbio a me sconosciuto per ogni occasione. Secondo me dovresti aprire un sito solo per quello.
I dolci la mattina vanno bene, specialmente se dopo si fa qualche tipo di attivita' fisica. I primi 6 mesi in America ero scarrozzata in macchina ovunque e le torte a colazione mi si sono piazzate adosso per sempre.
Un altro buon metodo per stare alla larga da dolciumi vari e' leggerne gli ingredienti. L'effetto terrore e' assicurato specialmente se avviene dopo una discussione con una bio-terrorista come mia sorella. Alec mi ha terrorizzato per sempre dall'uso di gelatine: contengono ginocchia di maiale e altre sostanze che sarebbe piu' normale trovare su un coppertone. Anna ripetiti sempre prima di mangiare gli orsetti di gomma: GINOCCHIA DI MAIALE!!

Annina ha detto...

GINOCCHIA DI MAIALE mi sembra un buon mantra. Anch'io sono un po' bio-terrorista, il che però non garantisce una dieta ipocalorica, perchè può portarti ad apprezzare le lasagne alla bolognese fatte in casa e ad evitare i cibi light, che di solito contengono dolcificanti formati da molecole grosse così e non sono esenti da coloranti e conservanti (che tanto sono a calorie zero).
E in ogni caso ha abbastanza ragione psk nell'ultima parte del post. Per me passare la prova bikini significherebbe riuscire ad avere due tette così, il che non succederà mai con nessuna dieta!

annucci ha detto...

Fermi tutti!! ma le gelatine non contenevano grasso di topo??
Cara Lajules lavoro ormai da un anno a contatto con dolciumi vari e ti posso assicurare che non c'è dentro niente di assurdo, certo non si può pasteggiare da mattina a sera con marshmallow e gelatine ma tutto ciò che contengono è assolutamente innoquo e certificato.
Noi hai idea dei controlli che ci sono quando c'è di mezzo un prodotto destinato ai bambini! Hanno appena fatto ritirare dal mercato i ciucciotti di zucchero perchè avevano un diametro tale che un bambino di quattro anni avrebbe potuto ingoiarseli interi!
Più che altro non c'è il minimo criterio in fatto di zuccheri e grassi, questo si, quindi sono delle bombe caloriche tremende prive di un qualsiasi elemento nutritivo che ti faccia dire:"ingrassa ma ne ho bisogno per vivere".
Annina non mi offendo affatto anzi hai assolutamente ragione, la mia voglia di divorare caramelle è senz'altro compulsiva. Ieri mi sono fatta fuori una striscia da 30cm di liquirizia ripiena!
Psk i tuoi consigli sono preziosi ma dimenticavo di dire che sono terribilmente pigra oltre a non avere tempo per fare sport. Per di più il mio fidanzato non mi vuole comprare lo stepper perchè dice che stona con l'arredamento! ditemi voi che devo fare!!

Annina ha detto...

Cara lajules e cara annucci,
avete ragione entrambe. "Ginocchia di maiale" significa in realtà collagene, una sostanza assolutamente innocua che viene estratta dalla cartilagine e dà consistenza gommosa alle caramelle. Pare addirittura che le giapponesi, ultimamente, si facciano delle gran zuppe di orecchie di maiale perchè il collagene mantiene giovane e tonica la pelle! Questo però non mi convince a seguirle in questa usanza, allo stesso modo credo che lajules sperasse di portare annucci sulla buona strada facendole associare alle caramelle un'idea apparentemente disgustosa!
Annucci comunque non ti rammaricare per lo step: permettimi di credere (esperienza personale) che se già sei pigra lo step a casa non l'avresti mai usato.

annucci ha detto...

annina hai ragione sulla pigrizia, ma per convincere il mio moroso a comprarmi lo step gli ho detto che potrebbe prendermi a calci se non mi vede usarlo almeno tre volte a settimana.

Annina ha detto...

In effetti, Annucci, un po' di fiducia avrebbe potuto concedertela...
Che arredamento hai a casa, che stona con lo step? Mobili Luigi XV?

annucci ha detto...

Lo stepper che vorrei comprare è quello con le maniglie che vanno avanti e indierto, un pò ingombrante in effetti.
Lo dovremmo mettere in mansarda dove l'ambiente è piuttosto rustico, ma non è per l'arredamento che non vuole lo step è giusto per rompermi le balle!!

lajules ha detto...

Si riesce a mediare e usare uno stepper semplice di quelli che finiscono sotto il letto? Dimostrando che lo usi sia a Marco che a te stessa potrebbe essere un buon modo per arrivare poi allo stepper coi maniglioni.
Io ho gia' fallito con la cyclette, quindi adesso il massimo che ho in casa e' un materassino per fare Pilates. Vedendo che lo uso solo quando mi sento veramente in colpa pero', ho preferito iscrivermi a due lezioni la settimana.
Idee per una palestra rustica: che ne dici di fare voga in un abbeveratoio per cavalli? E il sollevamente brocche di ceramica? Puoi fare un po' di box contro una balla di fieno! E lo step lo fai pestando l'uva, cosi' poi Marco lo ubriachi e vedrai che ti lascia fare quello che vuoi.

dami ha detto...

se vi può consolare Cesare, con una prova costume totalmente insufficiente, in spiaggia é felice come una pasqua!

annucci ha detto...

Già me lo immagino Cesare a sgambettare tutto felice con la sua panzetta di fuori!!!

lajules ha detto...

La mia prove bikini/bis per quest'estate dovrebbe essere questo weekend. E mentre siedo in ufficio e vi scrivo, mi mangio un bagel di compleanno che il mio ufficio offre ad ogni inizio del mese.
E' come se la prove bikini sia un esame dell'universita': ditemi in bocca al lupo, ma non fatemi gli auguri. E quando torno dal mare mi ubriaco.