30 novembre 2007

ESPERIMENTO NEL TERRORE

by annucci


Cari Fiori,
come vi ho già anticipato ad aprile andrò in Giappone in viaggio di nozze.
Sono veramente entusiasta alla sola idea, è un sogno che diventa realtà per me! ma vi renedete conto??? andrò nella terra delle Pimpinate!!
Dopo aver torturato (a suon di strilli acuti nelle orecchie) l'impegata dell'agenzia di viaggio per farmi dire dov'è il parco a tema della Sanrio sono finalmente riuscita a scoprirlo.
Il mio fututo marito dovrà farsi un giro sulla barchetta di My Melody e dovrà abbracciare dei beoti vestiti da Hello Kitty, ma sono sicura che sopravviverà!

Non vedo l'ora inoltre di assaggiare i più svariati cibi che la cucina giapponese avrà da offrirci.
Già da alcuni anni mi diletto, ed in questo le care Lajules e Frannisia mi sono molto d'aiuto, a comprare dolcetti confezionati giapponesi.
Avtete presente tutti quei dolcetti assurdi dalle confezioni colorate??
Ebbene ne ho comprati parecchi negli USA e ad Hong Kong ma più per abbellire la cucina che altro, raramente abbiamo avuto il coraggio di assaggiarli.
Recentemente io e il mio fidanzato (papapolpo per chi non l'avesse ancora capito) abbiamo preso il coraggio a due mani ed abbiamo deciso di assaggiarne uno, così tanto per prepararci a quando saremo in Giappone.


Bè questo esperiemento è andato al di là delle nostre più cupe previsioni.

Come potete vedere dalla foto qui sotto la confezione dello snack, la merenda preferita dai bambini giapponesi, si presentava colorata e allegra.
Il contenuto era il seguente:

1 vassoietto bianco di plastica
1 palettina
2 bustine colorate.


Papapolpo segue le istruzioni e mischia la polverina all'acqua.

Le istruzioni parlavano chiaro: aprire una delle due bustina e versare il contenuto nella vaschetta più grande del vassoietto, versarvi dentro un poco d'acqua e mischiare. Dall'intruglio è venuta fuori una pappetta violacea con un forte odore finto di uva fragola.

papapolpo versa il contenuto della bustina 2 nella vaschetta.

Il secondo passo è stato quello di aprire la seconda bustina e versarne il contenuto nella vaschetta più piccola del vassoietto.
Come potete notare dalla foto sopra si trattava di cristallini di zucchero colorati e scoppiettanti. Odore indecifrabile, più o meno detersivo per i piatti.



Papapolpo intinge la sua pappetta nei cristalli di zucchero

lo step numero 3 è facilmente intuibile: con la plettina prendere un pò di pappetta violacea ed intingerla nei cristalli di zucchero colorato scoppiettante.


Papapolpo il temerario sta per scoprire gli effetti di questo terribile esperimento.



l'espressione eloquente di papapolpo dopo aver assaggiato il nostro snack


Come facilmente intuibile lo snack preferito dai bambini giapponesi ha un gusto disgustoso.
Abbiamo imparato una preziosa lezione: i bambini giapponesi hanno veramente dei gusti di merda!

No scherzo, ma una cosa è sicura: eviteremo di assaggiarne altri!

Ciao e al prossimo esperimento.

9 commenti:

Annina ha detto...

Cara Annucci,
già da tempo sospettavo che tu ed io condividessimo ben altro che il nome! Un viaggio in Giappone è la prima cosa che devo fare appena le circostanze lavorative me lo permetteranno (potrebbe essere maggio dell'anno prossimo). E a questo punto sfrutterò le tue dritte sull'itinerario, evitando accuratamente gli snack dolci giapponesi...

papapolpo ha detto...

aaaahhhh! è stata rivelata la mia identità!!!!! aaaahhhh!
Devo ricorrere alla chirurgia estetica immediatamente!

PS: in base alle nuove leggi messe in vigore sulla diffusione non consentita di immagini sul web, potrei richiedere alla mia dolce consorte fino a 30000 euro ... quasi quasi!

lajules ha detto...

E dire che quel dolcetto sembrava una cosi' buona idea! Mi stupisco sinceramente che faccia schifo!

Papapolpo come Felicetto Maniero! Operati adesso e levati le bende all'altare per un colpo di scena al fulmicotone!

L ha detto...

Gnam...a me però ispirava!

Annina ha detto...

Si può sapere la data delle nozze?

annucci ha detto...

12 aprile 2008!

papapolpo ha detto...

fatto!!!!
ora ho il corpo di Brad Pitt, il viso di Jhonny Deep, l'umorismo di Daniele Luttazzi, il talento artistico di John Lennon l'intelligenza di Einstein e il fascino di Richard Gere, l'unico problema e che purtroppo ero meglio prima.

Nannini ha detto...

Inevitabile. Ogni volta che apro la vostra pagina, leggo, e infine chiudo, finisco per osservare con sconforto il mio frigorifero e la mezza salsiccia agli estremi bordi del ripiano.

cat ha detto...

ciao cuoche dark...e il post di Natale??? ennoeh qui tutte che si sposano e viaggiano e...si dimenticano di postare.
e allora beccatevi questi tradizionalissimi auguri di buon Natale (scritto anche grande) cat