11 settembre 2006

Vittorio Emanule e Il Posto dei Savoiardi

BY LAJULES

TheDeadChef e’ nauseato dal laidissimo Vittorio Emanuele di Savoia una volta per tutte. L’Italia ha avuto diverse prove che la decisione di esiliare i monarchi fosse buona e giusta. Negli anni di esilio, i commenti volgari e stupidi del flaccido Vittorio, anche con le pronte correzioni della moglie – Sandra Mondaini di Savoia – avevano aperto uno scorcio orrendo sulla sbandierata eleganza della nobilta’ europea. Poi l’omicidio involontario e assurdo di un ragazzo a bordo di uno yatch, dopo che il viscido Vittorio si era scaldato per una lite, ci aveva mostrato quanto il re, oltre che un buzzurro, fosse anche un pericolo pubblico. Se poi fosse servita una prova ulteriore, eccoci l’orribile erede, l’uomo-lupo Emanuele Filiberto (ahime’, principe della mia Venezia), che ricordo arrivare alle feste in elicottero accompagnato da modelle compiacentissime, mentre si ostinava a definirsi “un ragazzo come tutti”. Insomma, dei Savoia ci piacevano solo i savoiardi, con cui fare un tiramisu’ che ci tirasse su il morale dopo ogni puntuale, Reale Autogol.



Nonostante tutto, il governo italiano e’ sempre pronto a aiutare chi non lo merita, e la carovana Savoia e’ tornata in Italia. Eh gia’, proprio questi Savoia cosi’ nobili che riuscirebbero a mettere in imbarazzo Valerio Merola in uno strip-club di periferia.

Fortunatamenete pero’ quest’estate rotocachi e quotidiani ci hanno scaldato il cuore con lo scandalo Savoia. Il repellente Vittorio Emanuele si e’ fatto beccare con le mani manicurate nella marmellata: sfruttamento della prostituzione e truffa nel gioco d’azzardo, coronati dalla nobilissima vendita di medicinali fatti di acqua e zucchero ai paesi del terzo mondo. Non c’e’ che dire: che classe! Ma questi reati non bastano e le intercettazioni dell’ottimo John Woodcock svelano non solo una mente malvagia, ma una reale, realissima, rozzezza. Al grido di “Viva la gnocca!”, il ributtante Vittorio Emanule ci ricorda che nobilta’ d’animo raramente alloggia in cuore di nobile. Oggi arriva l’ennesima intercettazione. Quella fetecchia di Vittorio Emanuele, in prigione come meritava da molto tempo, non riesce a tratterenersi e dichiara al suo compagno di cella di aver “fregato” i PM francesi nel processo per l’omicidio sullo yatch.

TheDeadChef allora vuole ribadire cio’ che ha sempre pensato. Lo squallidissimo Vittorio Emanuele di Savoia rappresenta cio’ che e’ sbagliato nella societa’ di oggi: il privilegio dato alle sanguisughe, la liberta’ data a fetidi individui che ammazzano per sbaglio, odiano le donne, sfruttano i paesi poveri, ed eppure continuano a parlare alla gente di buon senso dall’alto in basso. Ogni rintocco di questo re e’ una nota stonata che stride col genio italiano.

Ricordiamoci sempre che le ricette migliori hanno bisogno di ingredienti di prima scelta, e un buon tiramisu’ merita ben altri savoiardi.

18 commenti:

Annina ha detto...

Cara Lajules, condivido lo sdegno che trasuda dal tuo post. Di Vittorio Emanuele di Savoia e del suo viso, il ritratto preciso di un maiale che disonora la razza suina, da anni non sopporto la vista. Naturalmente il motivo principale è l'omicidio di quel povero ragazzo, per il quale non ha mai dimostrato un minimo di pentimento, sentimento che dovrebbe essere indipendente dalle sentenze anche nel caso di omicidi "involontari". Però ogni volta che si sente qualcosa che lo riguarda e penso che si sia toccato il fondo della laidezza del cuore umano, questo limite viene superato. Le intercettazioni di ieri ne sono un esempio. Un altro esempio sono le dichiarazioni di una prostituta di cui era cliente abituale: pare che il regale savoiardo fosse pure tirchio! Credo che i monarchici italiani siano tutti in coda dall'analista...

annucci ha detto...

Io sta gente l'ho sempre odiata, come d'altra parte odio tutti i ricconi ereditieri a causa dei quali consumo abbondanti litri di bile guardando sulle riviste i loro loft da 350mq in centro e città e i loro mega-castelli in campagna.
E' un mondo che detesto e che non riuscirò mai ad accettare e capire e nessuno riuscirà mai a convincermi del fatto che esista un ricco buono, soprattutto quando si tratta di ereditieri, discendenti di nobili che fanno finta ci sia ancora monarchia e compagnia bella.
Ma dico vi rendete conto che questa gente usa ancora i titoli nobiliri? Principe, contessa, duca, marchesa...
Mi sento molto una Robespierre
dei poveri ma è così che la penso!

lajules ha detto...

Ma si puo' sapere quanti italiani rivolevano indietro questi orridi figuri? Lo scandalo Savoia ha avuto un solo effetto positivo, pero': frenare la discesa in campo dell'uomo lupo Emanuele Filiberto (beh, speriamo!).

Mi ricordo di aver visto su qualche rivista italiana una specie di pubblicita', vaghissima, che ritraeva Emanuele Filiberto in posa da venditore di spazzole da scarpe, affiancato da un simbolino rotondo che tanto sembrava quello di un nuovo partito, chiamato "Valori e Futuro," due cose cui l'Italia avrebbe rinuciato avendo l'uomo-lupo ad occuparsi delle loro vite (andate al link qui sotto!). Mi pare che ci fosse anche uno slogan, una cosa del calibro di "Vuoi perdere peso? Chiedimi come!", ma forse qui potete aiutarmi voi.

Con gentaglia come questa, siamo tutti Robespierre...

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=98327

Annina ha detto...

Se volete togliervi una curiosità, visitate il sito dei monarchici italiani http://www.monarchia.it/home.htm. Occhio però: togliete l'audio al vostro pc o partirà "Il Silenzio" a tutto volume.
Come potete leggere, essi stessi si trovano costretti a prendere le distanze da Vittorio Emanuele per difendere la loro posizione, magari sognando di ricevere asilo in una delle tante monarchie costituzionali europee (ma credo che non disdegnerebbero neppure il regno di Tonga, a questo punto).

cat ha detto...

avete èresente cosa vuol dire portarsi sul groppone un nome simile? Ma che cacchio sarà venuto in mente ai miei il giorno del battesimo? per fortuna che nessuno mi ha mai chiamato e mi chiama così, anche mrs bee, nella fede nuziale ha sctitto il mio soprannome: altrimenti mi sembra di sposarmi con un altro, disse!
buona notte cat

IL CHECCO ha detto...

HAHAHAHAH E COSì VITTORIO HA SMESSO DI TOCCIARE IL BISCOTTO!!!! SI ACCONNTENTERà DEGLI ORO SAIWA DI SUA MOGLIE CORNUTA!!
CMQ RAGAZZE FINALMENTE CORONO IL MIO SOGNO....ABITERò DA SOLO!!!!!
PER CHI SA....LATERALE DI VIA PAGANO.....NON SO SE MI SPIEGO....IN UN PALAZZO DA REGINA..... PER STARE IN TEMA....PECCATO CHE SONO IN UNA SOFFITTA BOHEMIAN ADATTATA A MICROMONOLOCALE DI 25 MQ...INSOMMA CENERENTOLA!!! TE PAREVA E 5 PIANI A PIEDI!!!!! FERNANDA ADDIO.....1 MQ DI BAGNOFATE VOI... MA SARò SOLOOOOOOOO!!!!! VI AMO TUTTE GIULI IL TUO BLOG è UNA VENTATA DI RISATE PER ME....SICURAMENTE NON SI DICE COSì.... FATTI QUINDI ANCHE TU UNA VENTATA DI RISATE PER STA STRONZATA

annucci ha detto...

Scusate l'uso personale del Blog.
Checco tesoro che fai ti trasferisci?? Pensa che lavoro vicinissimo a dove abiterai!! Ti ho mandato un messaggio ma non mi hai risposto! Chiamamai appena puoi che ci mettiamo d'accordo e ti vengo a trovare!!

lapiccolacuoca ha detto...

Grazie della visita, bel blog lo metterò nei links. Massimo è un mio carissimo amico, abbiamo abitato assieme per 10 anni. Bei tempi e spesso a Mi ci vediamo. Lui è di Padova. Corregionali vedo.
Per quanto riguarda il tristo figuro auguriamoci una sottospecie di giustizia, del tutto tti torna indietro per inetenderci (pochi giorni di carcere, un nulla visto che sparava bellobello dalle barche). Io comunque ricordo sempre che è uno che ha ucciso un giovane i cui genitori in Germania aspettano tuttora il senso della giustizia. Lapiccolacuoca

lajules ha detto...

Caro Cat, dimenticavo il tuo nome regale... Io al massimo ho il nome della ex-regina d'Olanda deceduta due anni fa, ma non avendo neanche uno straccio di secondo nome, la nobilta' non mi appartiene. Grazie anche a PiccolaCuoca (e benvenuta!!) che ci ricorda quanto i nobili esistano ancora nel nostro paese. Hanno i titoli e la compiacenza della legge: proprio come nel medioevo.

Bravo Checco per la soffitta milanese e mandaci una tua foto alle prese con le tue magiche ricette: latte al cioccolato con un chilo di zucchero, e l'ottimo brodo di dado con un pizzico di pepe. Senza dimenticare il Nescafe'... Un bacione e torna a chattare!

annucci ha detto...

Come dimenticare le meravigliose conseguenze che questa alimentazione ha sul corpo del Checco, soprattutto in zona intestinale!!

franisia ha detto...

Checcooooooooooooo,
qui non si parla altro che di te, chi ti ha conosciuto non ti dimentica e vorrebbe averti per spupazzarti tutto il giorno, non so se mi spiego.....Spero che vadi tuti beni e che a 'mocc a' soreta e ci siamo capiti...

arma ha detto...

Ciao, vi ho scoperto dal commento al post della Piccolacuoca. Vi ho linkato anch'io. E vi segnalo pure.
Saluti.

lajules ha detto...

Ciao Arma e grazie del commento-linkaggio-segnalazione. Non ci hai lasciato tracce di te, pero'. Il destino fortunatamente ha voluto che cliccassi solo uno del link su piccola cuoca ed eccomi su "Il Cuore e' una Frattaglia": incredibile!!

Ti leggeremo avidamente...

arma ha detto...

E' che avendo segnato "altro" come identità, mi aspettavo che la traccia ci fosse. Su blogger sono registrata come lafrattaglia, ma non credo faccia differenza.
Però trovarmi al primo colpo...son segni! :-)
Ciaociao

arma ha detto...

Sempre io. Scoperto l'arcano. Ora è tutto a posto.

bezdomnyj ha detto...

Li avevo scambiato per dei wurstel, altro che savoiardi !
Ed in effetti la distanza tra i savoia ed i maiali (in senso metaforico, naturalmente) non è poi così elevata ( ... qualche micron ?).

In ogni caso informo che quest'estate la lapide di Bresci a Carrara è stata lordata dalla scritta "W il Re".
Un minuto di silenzio per chi aveva iniziato nel migliore dei modi un secolo finito malissimo.

damiana ha detto...

non sono riuscita a leggere tutti i commenti perchè aggredita dai miei simpaticissimi figli, e quindi non ho visto se lo avete già scritto, ma dopo tutto quello che Vittorio Emanuele ha fatto per tornare in Italia, ora il tribunale ha deciso che non pò più uscirne!
che caro, saremo per sempre il suo peggior incubo!

flat eric ha detto...

dopo questo post vi linko ank'io!
ogni tanto bisogna alzare la testa dai fornelli (anche a rischio di bruciare tutto)!
Thanks