26 gennaio 2012

AMERICANA 14: COLAZIONE ALL'ALBA DELL'UOMO

DI LAJULES

DUM-DUM DUM-DUM!
Eccoci al quattordicesimo episodio di Americana, la serie che mostra gli orrori della cucina americana degli anni '70 attraverso il ricettario a schede della compagnia Betty Crocker. La ricetta di oggi si chiama "Cereal Toppers and Stir-Ins" e fornisce suggerimenti su cosa aggiungere ai corn flakes la mattina. Tra i toppings suggeriti, sorpresa sorpresa, ecco il latte freddo e la frutta.

La prima domanda che mi sono fatta vedendo questa scheda è semplice: Ma che, ci voleva la ricetta? Poi però mi sono voluta fermare a riflettere. Magari nel '71 i cereali per la prima colazione erano ancora una trovata al'avanguardia della nutrizione, e tutti li compravano e poi si chiedevano come cacchio andassero mangiati. In mio solito sarcasmo sarebbe allora fuori luogo.

Mi sono allora improvvisamente trovata a immaginare i primi consumatori di cereali come le scimmie nel capitolo "L'alba dell'uomo" all'inizio di 2001: Odissea nello spazio. Chiudo gli occhi e vedo i primi lettori di questa ricetta entrare in cucina la mattina appena svegliati e vedere un misterioso parallelepipedo di cartone sul tavolo, liscio e splendido e con uno strano disegno di un gallo colorato su un lato.
Il gallo della Kellogg non si vede perché è in controluce.
 Si avvicinano spaventati e provano a toccarlo, prima con terrore e poi, acquistando fiducia, lo afferrano e iniziano a rigirarselo tra le mani, infine agitandolo confusi per capire cosa generi quel crepitio allegro come di mille maracas primordiali. Dopo ore di esperimenti e grugniti sorpresi, riescono finalmente ad aprire la scatola proprio sulle prima note di "Also sprach Zarathustra" e, nell'esposione di fiocchi di mais a rallentatore che invade la stanza, ecco i tamburi, solenni e terribili, che annunciano un nuovo livello evolutivo raggiunto: Homo Cerealenses.

Dopo quel fatidico giorno, sappiamo bene come la colazione ai cereali si sia evoluta. Grazie a Betty Croker, abbiamo aggiunto il latte e la frutta, poi il miele e il cioccolato e poi via... riso soffiato, kamut, glasse, frutta secca, avena, bastoncini di crusca, yogurt liofilizzato e chi più ne ha più ne metta. Miracoli dell'evoluzione.

3 commenti:

Spicy.Ginger.Ale ha detto...

Non vorrei dire 'na baggianata ma, il Dott. Kellogg, era un rompipalle salutista dell'inizio 900... secondo me la Betty ha scritto la ricetta perchè sai che gli americani sono ottusangoli e se non gli scrivi tutto per filo e per segno loro poi ti denunciano... Cmq l'immagine di 2001 con i cerelai mìha fatto veramente esilarare, grazie :)

lajules ha detto...

Grazie SpycyGingerAle!! Sono d'accordo sulla paranoia americana. Ho un libro di nutrizione infantile che potrebbe essere intitolato, "Vi prego non fatemi causa". Pensa che uno dei titoletti nell'indice fa, "Come rompere un uovo sodo". Follia.

Bezdomnyj ha detto...

HAI RAGIONE !

Infatti David, nell'appartamento in cui si trova "oltre Giove e verso l'infinito", cosa mangia?
Null'altro che "Cereal Toppers and Stir-Ins"!!!